"CHI"

"Pix" (Pippo Incardona) è uno pseudonimo che nasce durante il mio percorso artistico (17-18 anni) con la quale siglavo i lavori artistici per l'esposizione in alcune mostre collettive, mi piaceva tanto che divenne anche il mio Logo nel design.

Nato nel 1969, a poco più di 3 anni, per istinto i primi disegni, divenuti poi quasi un'esigenza, ogni momento era buono per estrarre la matita e tatuare quaderni, libri, banchi ecc... A 7 anni c.a, affascinato dalle "forme", ho iniziato a modellare la creta, il gesso e la corteccia.

Amo l'arte, soprattutto quella figurativa, mi piace ideare, creare e dare forma alle cose, opero in diversi settori del design, e quando ho del tempo mi dedico alla pittura e scultura, per me essenze dell'ARTE
"Le cose che amiamo ci modellano" (J. W. Goethe) e credo che in buona parte sia vero, dato che l'attitudine innata e la passione per l'arte mi hanno portato fin qui.

"Una coreografia"(come amo definire) la fase in cui la matita danza su un pezzo di carta, le fonti di ispirazione sono innumerevoli ma quelle che incidono maggiormente sul mio stile sono la natura e la danza.

Curiosità cognitiva, esperienze lavorative e studi specifici mi hanno permesso di approfondire le nozioni sulle peculiarità di numerosi materiali e sulle tipologie e tecniche di lavorazione artigianale e industriale, tutto ciò mi consente di operare nel design in più settori merceologici

Mi piacciono le buone sfide, motivo per cui l'entusiasmo a nuove esperienze progettuali è totale e intuitivo, simile a quello di un bambino che giocando impara per la prima volta qualcosa, una caratteristica che ritengo importante per guardare al futuro di nuove idee.

"COME"

"La logica ti porterà da A a B, l'immaginazione ti porterà dappertutto" (Albert Einstein) la creatività è sempre stata ed è il punto di partenza di tutto ciò che di innaturale oggi esiste, è un processo di connessione tra pensiero, nozione ed emozione, che genera nuove idee alternative, innovative ed inventive, l'immaginazione ti permette, di credere che tutto sia possibile poiché ciò che non esiste è perche nessuno ci ha mai pensato.
Questo è il principio nella quale è imperniata la mia professionalità.

"PERCHE"

Dalle strutture, oggetti o complementi che presenziano la nostra vita ci aspettiamo non soltanto concetti funzionali ma anche riflessi emotivi, utilità, efficienza, ma anche bellezza ed emozioni La mia filosofia è l'idea estetica, utile, funzionale e pratica, capace nello stesso tempo di emozionare attraverso una miscela proporzionata di forme, materiali e colori.
"Ogni progetto deve essere unico, nel valore nella funzione e nell'identità"

"MATERIALIZZARE"

Il laboratorio interno è un luogo importante per la costruzione di oggetti (prototipi, plastici, ecc..) Ma è anche un luogo magico, fatto di creatività, conoscenza, sperimentazione e scoperta, dove l'idea approda, la manualità si esprime ed il progetto si "materializza sotto i nostri occhi".

La costruzione del modello, all'interno del laboratorio, permette osservazioni oggettive e soggettive che su disegno è difficile notare e approfondire, attrezzature, tecniche e materiali utilizzati sono vari, tutto ciò, oltre che ad una elasticità operativa, mi permette di modificare intervenire e testare il progetto durante le fasi di sviluppo, ciò determina, in modo significativo, la tempistica ed il risultato finale del progetto, nella visione "estetica, funzionale e produttiva".